Era l’alba del 14 giugno 1944 quando 83 minatori furono fucilati dai nazifascisti dopo il rastrellamento avvenuto il giorno prima nel villaggio minerario di Niccioleta. Quella strage rappresenta ancora oggi una ferita profonda per la comunità locale, segnata dalla perdita di 83 giovani uomini, che lasciarono 118 orfani e 58 vedove.  Quest’anno ricorre un anniversario particolare: a 80 anni dalla strage, per ricordare gli uomini e le donne che hanno fatto la Resistenza a Massa Marittima, il Comune e l’Isgrec, Istituto Storico Grossetano della Resistenza e dell’età contemporanea, con la collaborazione del Parco Nazionale delle Colline Metallifere, delle associazioni locali e delle cooperative Zoe e PromoCultura, ha organizzato un corposo programma di iniziative, che ha preso il via ad aprile e proseguirà per tutto il mese di giugno.

Le iniziative entrano nel vivo giovedì 13 giugno a Niccioleta, dove alle ore 16, al Cippo della Memoria, si terrà la commemorazione dei primi sei martiri uccisi a Niccioleta. Interverrà la sindaca Irene Marconi. A seguire al Centro documentazione di Niccioleta, alle ore 17 e alle ore 18 è in programma in due turni la proiezione del cortometraggio a cura di Irene Paoletti “Niccioleta, storie sopra e sotto la terra”, finanziato dal Parco Nazionale della Colline Metallifere. Produzione Larione 10, vincitore del “Premio Nuovo Imaie 2023”. Ingresso libero. Interverranno Roberta Pieraccioli, direttrice della biblioteca dei Musei di Massa Marittima, Alessandra Casini, direttrice del parco delle Colline Metallifere; Irene Paoletti, regista; Ilaria Cansella, direttrice Isgrec; Riccardo Zipoli, dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, autore del volume “Niccioleta. Fotografie e memorie di una comunità mineraria”. Prenotazioni: 0566 906293 prestito.biblio@comune.massamarittima.gr.it
Venerdì 14 giugno, alle 16, sarà la volta della commemorazione a Castelnuovo Val di Cecina, con partenza di un autobus da Massa Marittima in via XXIV Maggio.

Sabato 15 giugno, alle ore 17, alla biblioteca comunale Gaetano Badii, sarà replicata l’iniziativa di Niccioleta con la proiezione del cortometraggio a cura di Irene Paoletti “Niccioleta, storie sopra e sotto la terra”, e a seguire gli interventi di Roberta Pieraccioli, Alessandra Casini, Irene Paoletti, Ilaria Cansella e Mirco Carrattieri di Liberation Route Italia. Ingresso libero.
Domenica 16 giugno, alle 10, a Niccioleta, in piazza dei Minatori, si svolgerà la commemorazione istituzionale a cui è stato invitato Eugenio Giani, presidente della Regione Toscana. Parteciperanno inoltre Daniele Borioli, Presidente della rete dei Paesaggi della Memoria; Paolo Pezzino, Presidente dell’istituto nazionale “F Parri” di Milano che è uno dei maggiori studiosi dell’eccidio di Niccioleta insieme a Katia Taddei. Si esibirà la Banda di Torniella.

“Coltivare la memoria significa costruire un ponte per trasferire alle nuove generazioni la consapevolezza del passato e di quanto sia importante difendere ogni giorno la libertà e la democrazia, senza darle mai per scontate, – afferma Irene Marconi, sindaca di Massa Marittima – perché sono conquiste importantissime, raggiunte a caro prezzo, con le lotte e i sacrifici di coloro che non si sono risparmiati per garantire a chi veniva dopo un futuro migliore. Significa ricordare i partigiani e tutti gli antifascisti che hanno liberato le nostre città e ritrovare la radice della nostra democrazia.” “Per celebrare questo triste anniversario – afferma Fabiola Favilli presidente del Parco Nazionale delle Colline Metallifere – sono stati scelti mezzi comunicativi che più di ogni altro coinvolgeranno ed emozioneranno: attraverso le immagini del cortometraggio curato da Irene Paoletti ed il libro di Riccardo Zipoli potremo essere parte della storia, e non spettatori.”