Una giornata alla ricerca degli insetti impollinatori. Sabato 20 aprile nell’area di Monte Calvo dalle 10 alle 17 si terrà il Polliblitz, l’evento organizzato dal Museo di storia naturale della Maremma gestito da Fondazione Grosseto Cultura, in collaborazione con il Life 4 Pollinators, il progetto X-Pollination e il Parco nazionale delle Colline Metallifere. Obiettivo? Conoscere meglio e raccogliere dati sugli insetti impollinatori, specie fondamentali per la biodiversità e per la nostra stessa esistenza (più di un terzo di ciò che mangiamo deriva dal servizio di impollinazione degli insetti), oggi in forte declino.

E quando la scienza chiama, i cittadini rispondono. Il campo base è a Gavorrano, nella sede del Parco, alle ore 10.00: qui i partecipanti potranno ritirare i materiali, incontrare gli esperti e prendere il bus navetta che in pochi minuti porta al parcheggio da cui parte il sentiero per il Monte Calvo, zona inserita nella rete europea delle aree naturali di interesse comunitario Natura 2000. Una volta arrivati, insieme agli esperti, potranno sperimentare in prima persona tecniche di monitoraggio degli insetti impollinatori. I dati raccolti andranno a popolare i database esistenti a livello nazionale e contribuiranno alle strategie di conservazione delle specie. L’evento è gratuito ed aperto a tutti (è fortemente consigliato iscriversi online per garantire una migliore organizzazione delle attività). Il monitoraggio degli insetti impollinatori verrà realizzato utilizzando in parallelo due sistemi diversi: quello di Life4Pollinators e di XPollination. In questo secondo caso verranno fornite ai gruppi di partecipanti delle cornici della misura di 50×50 cm da utilizzare per la raccolta dati (numero e tipo di insetti, tipologia di flora e così via). Ma questo non è che l’inizio: tutti coloro che hanno preso parte al Polliblitz (e chiunque altro che vorrà contribuire) potranno continuare a raccogliere dati, inserendoli poi sul sito del Museo di storia naturale della Maremma, nella pagina dedicata all’evento, attraverso due Qrcode.
Per iscriversi https://www.museonaturalemaremma.it/polliblitz-2024/

«Gli eventi di condivisione e partecipazione pubblica – spiega Andrea Sforzi, direttore del Museo di storia naturale della Maremma – sono fondamentali per avvicinare scienza e società, al fine di coinvolgere sempre più i cittadini nella produzione di nuova conoscenza. In questo caso specifico è possibile inoltre imparare a riconoscere gli insetti impollinatori divertendosi, raccogliendo dati utili alla ricerca scientifica». Esperti delle università di Bologna e Siena e del Crea (Consiglio per la ricerca in agricoltura) saranno a disposizione nel corso della giornata per approfondimenti e supporto alle operazioni di campo. «Il Parco ed il Museo di storia naturale della Maremma da anni collaborano per implementare e diffondere la citizen science in ambito naturalistico perché una delle nostre mission è proprio quella di cogliere e promuovere il grande valore ambientale e culturale del nostro territorio. Il Polliblitz è un’interessante giornata di ricerca che va in questa direzione», conclude Alessandra Casini direttrice del Parco nazionale delle Colline Metallifere.